Aperta Parentesi Tigullio | Vita indipendente nell’abitare
1077
page-template-default,page,page-id-1077,ajax_updown,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-theme-ver-17.1,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.5,vc_responsive

A partire da agosto 2017 tra Il Comune di Sestri Levante e l’associazione di promozione sociale Aperta Parentesi e’ stata stipulata una convenzione per la realizzazione di progetti di “Vita indipendente nell’abitare” a favore di persone adulti disabili e/o con problematiche psichiatriche segnalate dagli operatori dell’equipe sovradistrettuale che comprende i distretti di Sestri Levante, Chiavari e Rapallo, nell’appartamento comunale di via Costantini Raffo 26 inaugurato a ottobre 2017 con il nome: “La chiave per crescere”.
Questo percorso é finalizzato al benessere e all’integrazione sociale, vuole essere anche uno strumento utile per contribuire a fornire un sostegno alla domiciliarità favorendo una vita il più possibile autonoma e indipendente.
Le attività sono molteplici e diversificate, in modo da rispondere alle differenti esigenze di ciascuno e si svolgono in gruppo. Gli obiettivi specifici dei percorsi individuali, condivisi e definiti con i referenti dei servizi socio-sanitari, sono calibrati sulla base dei diversi livelli di abilità.

AUTONOMIA DOMESTICA

  • Laboratorio di cucina: tecniche culinarie di base – alimentazione corretta – conservazione degli alimenti
  • Igiene domestica: pulizia quotidiana e periodica dei diversi ambienti della casa – utilizzo elettrodomestici – igiene degli utensili adibiti alla pulizia
  • Igiene personale: consapevolezza di se e del proprio corpo – rischi e svantaggi sociali connessi alla scarsa igiene – igiene delle diverse parti corpo e tempi.

AUTONOMIA ALL’ESTERNO

  • Orientamento topografico/ comportamento stradale: saper chiedere, saper dare i propri dati, usare il telefono, leggere e seguire indicazioni stradali, individuare punti di riferimento, riconoscere fermate autobus/treno ecc.. utilizzare i mezzi di trasporto, attraversamento, semafori.
  • Uso del denaro: acquisizione del valore del denaro, riconoscimento, conteggio, consapevolezza della corrispondenza prezzo-denaro, resto ecc..
  • Uso dei servizi: saper utilizzare i servizi (es. in posta e pagare le bollette), discriminazione e uso dei negozi saper scegliere con giudizio i luoghi più adatti e meno a rischio per ogni esigenza (supermercati o negozietti, luoghi di divertimento, bar ecc).
  • Orto sociale: possibilità di collaborare con l’associazione di volontariato Pu.Cu.S. (di cui gli educatori e la referente del progetto sono soci, attiva sul territorio nella gestione di un orto collettivo che già ospita progetti di orto sociale) nel “prendersi cura” (bagnare, togliere, l’erba, seminare…) di un orto dal quale poi raccogliere i prodotti (o le uova dal pollaio).